5 CONSIGLI SU COME NON SPRECARE TEMPO ED ESSERE PIÙ PRODUTTIVI

COME NON SPRECARE TEMPO

C’è una massima di Jean de La Bruyère che centra il cuore del problema: “Chi fa del proprio tempo il peggior uso, è poi il primo a lamentarsi di non avere mai tempo”.

Sempre più spesso sentiamo parlare di quanto poco tempo abbiamo a disposizione e di come vorremmo riuscire a ritagliarci, nelle nostre già pienissime giornate, un piccolo spazio per noi e per le nostre passioni.

Ne abbiamo già ampiamente discusso, il Work-Life Balance è uno dei temi più caldi del secolo. Risulta sempre più difficile conciliare in modo equilibrato il lavoro (inteso come carriera e ambizione professionale) e la vita privata (famiglia, amici, divertimento) e riuscire a capire davvero come non sprecare tempo.

Ma è davvero così? Non abbiamo veramente tempo?

Il tutto viene spesso ricondotto alla sovraesposizione digitale che ci vede camminare quotidianamente con la testa china sul nostro smartphone o scattare al suono di ogni notifica ricevuta.

C’è chi sostiene che basterebbe rimuovere questo tipo di distrazioni per riappropriarci definitivamente del nostro tempo.

COME NON SPRECARE TEMPO

Ma c’è anche un altro punto di vista, altrettanto efficace: se eliminassimo le attività errate su cui ci concentriamo quotidianamente? Attività che crediamo sia necessario compiere, ma che affrontiamo con l’approccio sbagliato?

Calcola quanto tempo perdi nel caos degli impegni quotidiani, nella lista infinita di task da compiere e nello sforzo di focalizzare quelle più importanti.

Il vero segreto dell’organizzazione delle attività non fa riferimento solo a come utilizzi il tuo tempo, ma anche a come lo sprechi!

Ecco allora cinque consigli strategici su come non sprecare tempo ed essere più produttivi.

 

  1. Organizza la tua giornata attraverso un planning

Sembra una banalità, ma non tutti lo fanno.

Le persone di successo redigono meticolosamente una to-do-list quotidiana per iniziare la giornata con intenzione e consapevolezza. E questo porta beneficio anche sullo stato emotivo con cui la si affronta.

Questo ti aiuterà a migliorare l’organizzazione personale, a favorire la memoria, ad aumentare la produttività, eliminando la tendenza a procrastinare, a diminuire lo stress ed aumentare la motivazione.

Come possiamo aiutarti? Scopri tutti i corsi di CI.effe!

  1. Prova con la “Tecnica del Pomodoro”

Lo sapevi che serve quasi mezz’ora per ritrovare il giusto focus dopo ogni interruzione?

Questa tecnica, una delle tante annoverabili sul Time Management, aiuta ad affrontare le task, specie quelle lavorative, con focalizzazione, evitando le distrazioni continue.

Basta prendere un timer – oggi esistono persino delle app su questo topic – ed  impostarlo a 25 minuti. Lavora ininterrottamente fino a che non suona, e prenditi una pausa di 5 minuti.

Ogni 4 “pomodori” concediti una pausa più lunga di 15-30 minuti.

Durante questo tempo, potrai invitare anche i tuoi colleghi a non interromperti, se non strettamente necessario.

Ridurre al minimo le interruzioni e lavorare in maniera continuativa è uno dei migliori metodi in assoluto per non sprecare tempo.

COME NON SPRECARE TEMPO

  1. Come non sprecare tempo: evita la trappola del “si è sempre fatto così”

 Porta la creatività nella gestione delle tue attività quotidiane. Non solo per quelle imposte dagli altri, ma soprattutto per quelle che compi ormai in modalità automatica.

Ci abituiamo a fare le cose secondo uno schema prestabilito e insistiamo a sprecare tempo e risorse senza riflettere su un modo innovativo per ottenere gli stessi risultati – se non addirittura maggiori – con minor sforzo.

  1. Pensa agli imprevisti “prevedibili”

 Non possiamo prevedere tutto sin da subito, eppure ci sono degli eventi che possono presumibilmente accadere.

Chiediti quali cause potrebbero ostacolare il raggiungimento del tuo obiettivo, che sia quello della giornata o “quello della vita”, e ragiona sui ritardi che potresti incontrare nel realizzarlo: anche in questo caso la consapevolezza è un ottimo strumento per affrontare anche quelli futuri.

In ogni caso, il segreto sta in una delle regole più importanti della gestione del tempo, ovvero programmare a monte l’80% delle attività e lasciare il 20% come “cuscinetto”.

 

  1. Abbandona la sindrome del perfezionista

Per capire come non sprecare tempo, iniziamo evitando i due poli opposti: l’eccesso di zelo da una parte e la negligenza più assoluta dall’altra.

Ma c’è una linea sottile che decreta quando è giusto impegnarsi sino allo stremo nel raggiungere il migliore risultato possibile e quando è necessario mollare un po’ la presa.

Al danno si aggiunge la beffa, se quella perfezione la ricerchiamo in attività di cui in fondo non importa a nessuno. Per questo, vai al punto e fai solo ciò che serve, ossia decidi coscientemente come impiegare il tuo tempo.

Quante persone conosci che, per rincorrere l’utopia della perfezione, si sono poi lasciati sfuggire le occasioni della vita?!

Se questo tema ti incuriosisce e vuoi saperne di più, ti consigliamo alcuni libri sul Time Management da cui potrai trarre degli ottimi spunti per non sprecare più il tuo tempo:

 

LE SETTE REGOLE PER AVERE SUCCESSO – S. Covey

FIRST THINGS FIRST. Le prime cose al primo posto – S. Covey